Coordinatore: Daniela Luigia Caglioti

Collegio Docenti a.a. 2018-19:

Gordon Anthony, Queen’s University Belfast
Jean-Bernard Auby, Sciences-Po, Paris
Francesco Benigno, SNS
Daniela Luigia Caglioti, Università di Napoli Federico II
Olindo De Napoli, Università di Napoli Federico II
Angela Ferrari Zumbini, Università di Napoli Federico II
Andrea Graziosi, Università di Napoli Federico II
Marta Infantino, Università di Trieste
Vincenzo Lavenia, Università di Bologna
Andrea Mariuzzo, SNS
Ilaria Pavan, SNS
Mario Piazza, SNS
Adriano Roccucci, Università di Roma Tre
Antonella Salomoni, Università della Calabria
Alessandro Stanziani, Ecoles des Hautes Etudes en Sciences Sociales, Paris
Teodoro Tagliaferri, Università di Napoli Federico II
Erik-Jan Zürcher, Universiteit Leiden

Global History and Governance

Corso 2018-2019 – XXXIV ciclo

Il dottorato in Global History and Governance consiste in un corso avanzato di studio e ricerca al termine del quale lo studente discute una tesi basata su un lavoro scientifico originale e indipendente. Il corso offre un percorso formativo fondato su un approccio multi e interdisciplinare incardinato sulla storia e sul diritto e aperto ai contributi di altre discipline come l’economia, la scienza politica, la filosofia politica. Il programma si concentra sulla comparazione, le connessioni e i processi di globalizzazione che hanno caratterizzato aree diverse del pianeta a partire dalla prima epoca dell’imperialismo globale e lo fa concentrandosi sulla dimensione relazionale dei processi storici, dei regimi giuridici e dell’organizzazione del potere; sulle interdipendenze tra fattori economici, politici, giuridici, culturali e sociali; e sulla circolazione, lo scambio e l’interconnessione di idee, persone, istituzioni, culture giuridiche, modelli politici, concetti, diritti e beni su scala mondiale.
Le aree e i temi su cui i membri del suo collegio possono offrire una formazione e una preparazione alla ricerca di livello pari ai migliori centri internazionali sono:

  • Storia e storiografia
  • Gli imperi europei dell’età moderna e contemporanea
  • Stati, guerre e violenza nel XIX e XX secolo
  • Storia della schiavitù e del lavoro forzato
  • Il patrimonio giuridico dell’Europa e la sua integrazione
  • Le religioni e il sacro nel mondo moderno e contemporaneo
  • Concezioni e pratiche della cittadinanza
  • Stati, nazioni, lingue, popoli, classi
  • La globalizzazione del diritto

Il dottorato in Global History and Governance si rivolge a studenti in possesso di una laurea magistrale (o equivalente) in un’area rilevante per le discipline di cui si occupa e che siano fortemente motivati, abbiano una solida preparazione personale, diversificate conoscenze linguistiche e siano desiderosi di confrontarsi con approcci multi e interdisciplinari.

Le lingue del corso sono l’italiano e l’inglese.

ATTIVITÀ DIDATTICA

La formazione dottorale si sviluppa in 4 anni di corso. L’attività didattica è concentrata nel primo e nel secondo anno di corso e si svolgerà in entrambe le sedi del dottorato (Pisa e Napoli). Essa ha carattere avanzato e seminariale, basato sull’attiva partecipazione dello studente e su un approccio comparativo ed è articolata in corsi seminariali obbligatori (9 in tutto nei primi due anni di corso, 3 per ciascuno dei primi tre semestri) con verifica finale; in workshops e conferenze durante le quali gli allievi potranno discutere aspetti specifici del lavoro dottorale, nonché in lezioni tenute su invito da docenti esterni al collegio e in attività formative di altro tipo.

I corsi saranno dedicati alle seguenti tematiche:

  • Storia e storiografia della società globale
  • Mitologie del diritto globale
  • Forme di organizzazione del potere
  • Ascesa, espansione e declino degli imperi
  • Storia dei concetti: popolo, stato, nazione e nazionalità, lingua nazionale, classe
  • Rivoluzioni, controrivoluzioni, guerre civili e guerre globali
  • Diritti e forme della cittadinanza
  • Potere, religione, sacro in età contemporanea
  • Forme d‘integrazione economica e giuridica su base regionale e globale
  • Storia globale del lavoro e dinamiche dell’economia

Nel terzo e nel quarto anno gli studenti saranno impegnati a condurre la ricerca e a dare periodicamente conto del suo stato di avanzamento.

Tali ricerche dovranno comunque comprendere un periodo di studio di almeno un anno all’estero presso i maggiori centri di ricerca internazionali, nonché negli archivi e nelle biblioteche rilevanti per il soggetto della tesi.

Ogni anno il Collegio organizza una presentazione collettiva delle ricerche degli studenti.

Il passaggio dal primo al secondo anno è deciso sulla base di un colloquio. Il passaggio del secondo al terzo anno avviene sulla base della discussione e dell’approvazione di uno schema indicativo ma dettagliato della tesi. Il passaggio dal terzo al quarto anno avviene sulla base della presentazione e della discussione, e quindi della approvazione da parte del direttore della tesi, di un capitolo di questa.

A ogni studente sarà attribuito un direttore di tesi scelto tra i membri del collegio esperti nel campo. Direttore e studente si incontreranno regolarmente nel corso dei quattro anni per discutere della letteratura, delle fonti e degli stati di avanzamento della tesi. Ci si aspetta che gli studenti di Ph.D. partecipino con costanza alle attività del dottorato e alle iniziative promosse dai due atenei nei loro campi di attività.

Borse disponibili: 4