Coordinatore: Donatella Della Porta

Collegio dei docenti a.a. 2018-19:
Lorenzo Bosi, SNS
Laszlo Bruszt, Central European University
Manuela Caiani, SNS
Donatella Della Porta, SNS
Klaus Eder, Humboldt Universitaet Berlin
Stefano Marmi, SNS
Alice Mattoni, SNS
Lorenzo Mosca, SNS
Manuela Moschella, SNS
Philippe Schmitter, European University Institute of Florence

Scienza Politica e Sociologia

Corso 2018-2019 – XXXIV ciclo

Il Dottorato di Scienza politica e sociologia della Scuola Normale Superiore si fonda su un approccio metodologico pluralista e una marcata natura multidisciplinare, combinando un programma strutturato di insegnamento con un’attenzione alla supervisione da parte di docenti dedicati all’insegnamento dottorale. La durata del corso e delle relative borse è di quattro anni.

I principali ambiti di ricerca si organizzano attorno ai seguenti temi.

Democracy and social movements. In questo percorso, competenze sociologiche e politologiche convergono attorno al tema centrale della sociologia politica, materia ponte tra le due discipline, guardando all’influenza reciproca tra trasformazioni sociali e politiche. Movimenti sociali, società civile, democrazia partecipativa, violenza politica, nuovi social media e conflitti sono i principali concetti attorno a cui si articoleranno le attività didattiche e di ricerca. Nella migliore tradizione europea, l’approccio metodologico sarà al contempo sensibile alle specificità storiche, istituzionali e culturali, ma anche orientato all’affinamento teorico.

Comparative/global public policy and international governance. In questo percorso si intrecciano in modo innovativo temi come l’analisi comparata delle politiche pubbliche; la dimensione globale delle politiche pubbliche; la governance multilivello delle politiche pubbliche, ovverosia delle caratteristiche strutturali e processuali con cui le politiche pubbliche vengono decise ed attuate in contesti istituzionali multi-livello (dal livello sub-nazionale a quello nazionale, dal livello sovra-nazionale, ivi compresa l’Unione Europea, a quello internazionale); la struttura dei regimi e delle dinamiche della politica internazionale (non solo la politica estera e di difesa, ma anche le politiche migratorie, sociali, sanitarie, educative, energetiche e di sviluppo economico).

Comparative politics and society. Questo percorso si orienta verso l’analisi comparata dei principali processi politico-istituzionali, guardando all’interazione tra partiti politici, gruppi di interesse, società civile e opinione pubblica. L’analisi comparata classica, basata su un confronto cross-nazionale tra sistemi politici e sociali, viene affiancata allo studio di fenomeni territorialmente multilivello, ponendo lo sguardo sull’evoluzione di fenomeni come europeizzazione e globalizzazione nella sfera anzitutto politica, ma anche in quelle economica, sociale e culturale.

ATTIVITA' DIDATTICA

L’attività didattica si articola in corsi e seminari.I perfezionandi presenteranno annualmente, in accordo con il Coordinatore del corso, un piano di studi al Consiglio di Istituto che specifica le attività didattiche e di ricerca per l’anno accademico entrante. Nel quadriennio frequenteranno e supereranno almeno sei corsi annuali (di cui tre obbligatori).

All’inizio del primo anno di corso, a ciascun perfezionando verrà assegnato un mentor. Alla fine del primo anno di corso i perfezionandi proporranno, in accordo con il Collegio dei docenti di riferimento, il nominativo del relatore della tesi e il tema scientifico della stessa per l’approvazione da parte del Consiglio di Istituto.

Durante il quadriennio di corso è prevista la partecipazione alle attività seminariali offerte dalla Scuola e lo svolgimento di soggiorni di studio e ricerca presso istituzioni italiane o straniere.

Al termine di ciascun anno di corso, con l’esclusione dell’ultimo, gli allievi sosterranno un colloquio di verifica delle attività di studio e di ricerca svolte durante l’anno di fronte a una commissione nominata dal Consiglio di Istituto e comprendente i docenti di riferimento del corso. Il superamento di tale colloquio determina il mantenimento del posto e della borsa, e consentirà l’ammissione all’anno successivo.

Ai fini della verifica il perfezionando presenterà una relazione scritta riguardante l’attività didattica e di ricerca svolta e i risultati conseguiti, le eventuali partecipazioni a seminari e congressi e ad altre iniziative scientifiche, unitamente alle eventuali pubblicazioni prodotte. Per l’ammissione all’ultimo anno tale relazione comprenderà una descrizione dello stato di avanzamento del progetto di ricerca.

Borse disponibili: 4

La lingua di insegnamento e di lavoro del PhD sarà l’inglese

Le attività saranno svolte nella sede di Firenze

Scuola Normale Superiore
Palazzo Strozzi
Piazza degli Strozzi
50123 Firenze